WikiMindMap, le mappe mentali interattive di Wikipedia

di -

Alcuni giorni fa avevamo parlato di mappe concettuali grazie a Bubbl.us, e di quanto queste fossero di facile realizzazioni proprio con l’utilizzo di questa semplice ma grandiosa web application. Oggi vogliamo presentarvi un’altra risorsa simile presente online, totalmente gratis, e che non richiede neanche la registrazione da parte degli utenti. Molti di voi la conosceranno, mentre quelli che al contrario la sentono nominare oggi per la prima volta non potranno fare a meno di utilizzarla in classe. Si tratta di WikiMindMap, un sito presente in Rete dal 2007, ma ampiamente sottovalutato, nonostante la sua grande efficacia.

Nella minimalissima hompage vi verrà chiesto di scegliere una delle versioni internazionali di Wikipedia (italiana, inglese, francese, tedesca, spagnola, etc.). Nel form sottostante non dovete far altro che inserire un argomento, così come lo cerchereste su Wikipedia. Giusto per fare un esempio abbiamo cercato “Internet”, ed ecco cosa è apparso [cliccate per allargare]:wikimindmap2

Esatto, una mappa mentale interattiva che vi fornirà all’istante tutti i possibili collegamenti relativi ad un dato argomento, così come sono presentati su Wikipedia. A loro volta le singole voci si possono espandere e svelare i propri sottoargomenti (noi abbiamo aperto “Storia di Internet” in basso a sinistra). Inoltre, se volete far diventare una delle voci secondarie il vostro argomento centrale, non dovete far altro che cliccare sul simbolo verde di fianco ad ogni voce, ed ecco che la mindmap si aggiornerà automaticamente. Volendo, potete anche scaricare un file compatibile con FreeMind, un popolare software per PC che serve appunto per la creazione di mappe mentali, ma la cui interfaccia è decisamente più complessa.

Salvatelo tra i preferiti e fatelo provare alle vostre classi: i ragazzi lo apprezzeranno sicuramente. Stimolateli in ricerche d’informazioni, anche in lingua, e provate a fargli dedurre il perché dei vari collegamenti. Vi consigliamo di lavorare su schermi grandi (in questo caso ottima la LIM), ma l’immagine della mindmap si può allargare e restringere a nostro piacimento.

Dietro ProfDigitale.com c’è Alessandro Bencivenni, 34 anni, toscano, docente di lingue straniere, blogger, formatore in Education Technology e Cittadinanza Digitale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi